Un Gesù che scandalizza? Mt 16

Siamo ad una svolta nella narrazione del Vangelo secondo Matteo. Dopo aver qualificato scribi e farisei come generazione perversa perché pretendono un segno, Gesù prende le distanze da loro e dalla folla. Il suo interesse sarà rivolto ai discepoli, che riescano a riconoscere in lui il Cirsto, il Figlio del Dio vivente. La professione di Pietro segue quella di tutti, pronunciata sulla barca, dopo il prodigio del mare calmato e del camminare sulle acque. Così, secondo un’interpretazione antica, valida ancora oggi, la figura di Pietro è al tempo stesso singolare e modello per ogni credente.

Sotto quale aspetto Pietro è modello per l’oggi? Prima di tutto per una professione di fede esplicita, coraggiosa nelle parole di fronte a tutti. Nei nostri giorni, il rispetto umano o una sorta di codardia, possono tentarci di nascondere la nostra fede. Siamo chiamati a recuperare il coraggio di manifestare anche in pubblico la fede cristiana. Ma in secondo luogo, la professione di fede appare dal comportamento: noi diciamo chi è Gesù per noi con le azioni che costellano i nostri giorni. Anche qui, Pietro è modello del discepolo, persino con le sue cadute o tentennamenti, ma sempre pronto a ritornare ad essere discepolo del Signore Gesù.

La formula biblica Figlio del Dio vivente indica che Dio opera nella vita degli uomini, partecipando alle sue vicende … soprattutto e limpidamente nella vita, parole e comportamenti di Gesù di Nazareth, il Crocifisso Risorto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vivere in tempo di Covid

Es un año especialmente complicado en España este que estamos viviendo. La sabiduría popular dice que “año bisiesto, año siniestro”. Pero no pensábamos que iba

Leggi »