I punti 4 e 5 del numero 45 delle Costituzioni dei Frati Minori Cappuccini così recitano:

«Cristo stesso, infatti, è la nostra vita, la nostra orazione e la nostra azione.

Perciò, realizziamo veramente un filiale colloquio con il Padre quando viviamo Cristo e preghiamo nel suo Spirito, che grida nel nostro cuore: Abbà, Padre!»

In continuità con il punto 3 che termina menzionando il Signore Gesù, nel quale tramite la preghiera ci trasferiamo (“ci trasferiamo in Cristo Dio-Uomo”), in questi punti si afferma che questo può accadere proprio perché è Lui la centralità della nostra esistenza: “è la nostra vita, la nostra orazione e la nostra azione”. Sono tre affermazioni importantissime, dichiarando che Cristo è tutta la vita del frate cappuccino, la motivazione del suo agire, del suo vivere, del suo stare al mondo. Il Figlio è Colui al quale rivolgiamo la nostra preghiera, ed anche è Colui che prega in noi (“realizziamo veramente un filiale colloquio con il Padre”; “preghiamo nel suo Spirito”). Cristo è la motivazione nel nostro agire, del nostro fare, del nostro andare a evangelizzare, del nostro stare nella propria cella a meditare, e qualsiasi altra cosa si possa intraprendere o solamente pensare. Cristo è, e deve essere, tutto, senza il quale nulla ha veramente valore e significato.

Ci sentiamo veramente figli amati quando viviamo il Figlio, quando ci affidiamo pienamente a Lui, sperimentando così quanto dice san Paolo in Galati 2,20: «non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me. Questa vita nella carne, io la vivo nella fede del Figlio di Dio, che mi ha amato e ha dato se stesso per me.» Il vivere Cristo nella nostra vita è, così, la più alta preghiera che possiamo offrire al Padre, ci trasforma da semplici creature, inconsapevoli del Suo progetto di salvezza, in veri figli di Dio partecipi della e alla redenzione di tutto il genere umano.

IL PRIMO CONVENTO FRANCESCANO

Le Celle di Cortona, Oratorio“Cellam gyro parvam paupertas struxit et arte rudem”             Dove si trova il manoscritto di quella elegia di soli sedici distici,

Leggi »