FRATI MINORI

CAPPUCCINI TOSCANA

NOTIZIE

DOCUMENTI

CONVENTI

MISSIONI

GIOVANI VOCAZIONI

STUDENTATO

UNIVERSITARIO

ERBORISTERIA

CORTONA, Eremo le Celle (AR)

Il convento, situato alquanto fuori dell’antica città, in un luogo boscoso e solitario, è uno dei più suggestivi santuari francescani e, assieme all’eremo di Montecasale, è il solo luogo fondato da San Francesco custodito dall’Ordine dei Frati Cappuccini. Ancora oggi è conservata, con grande venerazione, la cella abitata dal Serafico Padre, che vi dimorò almeno due volte, la prima nel 1211 e la seconda nel settembre del 1223, quando, secondo la tradizione, qui scrisse il Testamento.

Il luogo, in seguito abbandonato dai francescani, passò prima al Vescovo di Arezzo, e poi a quello di Cortona, che, nel 1537, ne fece dono alla neonata riforma cappuccina, che si andava in quegli anni espandendo anche in Toscana. I frati cappuccini lo adibirono a casa di Noviziato e tale rimase fino al 1969 e poi nuovamente tra il 1980 - 1989.

Nel corso dei secoli ha subito non lievi ampliamenti rispetto al nucleo originario, che ancora oggi si può individuare nella celletta del serafico Padre, nell’oratorio che la precede e nei due piani soprastanti; titolare della chiesetta è s. Antonio di Padova. Anche questo convento subì le due soppressioni del sec. XIX: dopo quella napoleonica, i Cappuccini vi rientrarono il 4 ottobre 1814; dopo quella italiana del 1866, il convento fu riscattato il 19 luglio 1870.

Nel settembre 1992 fu scelto come casa di preghiera, ed è a tutt’oggi meta di molti visitatori.

La fraternità ospita, per momenti di ritiro, sacerdoti e religiosi, e gestisce due casette per gruppi in autogestione.